Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere un avviso ad ogni nuovo post!

martedì 23 febbraio 2016

Il pizzo sullo spaccio

E’ fuori discussione che il questore stia facendo “il triplo degli sforzi” (per citare le sue parole) per contenere una situazione che sta(va) recrudescendo. Che si andasse di male in peggio lo aveva notato lui stesso, alla bella faccia del sindaco che non si sa con quali residenti abbia parlato quando affermava che erano gli stessi a dirgli che le cose andavano meglio (immagino quelli che abitano in cortevecchia).
Ora: lo so che in piena ondata di controlli, dove gli interventi delle squadre cinofile si alternano a provvedimenti da TULPS o di espulsione coatta, suona molto poco popolare una critica sulla situazione che viviamo, ma la vena polemica, seppur ormai esaurita, ancora si fa sentire. E d’altro canto é ormai evidente che certi complimenti alla cieca li fa solo chi della situazione non ha mai voluto capire una fava.
Il problema é che il triplo degli sforzi erano giá stati fatti all’epoca del suo insediamento (un paio d’anni or sono) e dopo una partenza al fulmicotone, i toni si erano poi smorzati, fino a ritornare alla situazione iniziale e peggio. Inoltre, ma di questo accuso l’inutilitá del sindaco e del prefetto sul tema sicurezza alla GAD, nonostante gli sforzi siano effettivamente triplicati, sono evidentemente ancora ben lontani dall’essere sufficienti. In pieno giro di vite della polizia, i nigeriani (sempre loro sono) si permettono tranquillamente di rapinare negozi in pieno pomeriggio sventolando coltelli, e di insultare i residenti (prefernzialmente donne) che non vogliono comprare la loro m**da. 



Ieri sera stessa, in Nazario Sauro c'erano una pattuglia della municipale, una dei carabinieri e un'ambulanza. Probabilmente non lo leggeremo neanche sui giornali, ma sembra i sia stato uno street fight fra un nigeriano e un "bianco". Vedete, io credo ai mille controlli che leggo sui giornali, ma credo anche a quello che vedo la sera quando rincaso o giro per il quartiere. Gli spacciatori sono SEMPRE lí. Sempre in Nazario Sauro, sempre in Cassoli alla mutua, sempre in Corso Piave angolo Vittorio Venete e sempre in giro in bicicletta (e parlo solo della mia zona). In questi giorni sono molto meno, ma tornano appena si molla l'attenzione. Domenica, complice la presenza di tanti giovani anche forestieri presenti per la paritissima, in Nazario Sauro si respirava aria di grande svendita. Frotte di nigeriani che andavano avanti e indietro come al mercato. Ripeto, io sono grato per gli sforzi delle forze dell’ordine, ma non credete che ci meritiamo qualcosina di piú di qualche articolo ogni tanto? Anche perché da un bel controllo capillare su tutti i nigeriani che bazzicano sotto casa mia e casa vostra é emerso, e la statistica non dice stron***e (a differenza di alcuni consiglieri ndr) che piú dell’86% dei nigeriani sotto casa mia (e tua) hanno precedenti penali. l'86%, vi rendete conto?Quando qualcuno ti manda a occupare positivamente gli spazi con i tuoi figli, puoi tranquillamente mandarlo affan***o. 
Lo ripeto, a mio avviso la colpa di questo ricade sul prefetto, che per quel che riguarda la GAD se fosse stato sostituito da un gatto impaglliato non si sarebbe sentita differenza alcuna e dalla politica.
Una politica che si muove non sulla spinta dei cittadini, ma solo nel momento in cui rischia i voti (leggasi, quando un’altra forza politica si muove). 
Il palazzo degli specchi, su cui la lega sta tenendo sempre alta l’attenzione, sta procedendo verso lo sgombero e la riqualificazione. E solo dopo che Rendine ha annunciato la creazione di simil-ronde dalle pettorine gialle, il PD si é accorto del problema sicurezza.
Certo, una cosa la devo riconoscere, sto dando per scontato azioni che ancora non si son viste, nonostante dovrei essere ben conscio dell’attitudine al blablabla dell’amminstrazione. Il palazzo degli specchi probabilmente rimarrà un problema sociale per alcune legislature prima di vedere messo in pratica qualcosa e riguardo ai 12 punti sulla sicurezza a firma Vitellio… bhé, quelli credo che meritino un post a parte nei prossimi giorni. Per ora accontentiamoci di avere un questore con le palle che da solo sembra sopperire all’inesistenza di altri rappresentanti dello stato. Anche perché, come si scherzava fra residenti, quando lo stato manca la malavita tende a sostituirlo, al sud come al nord, con la creazione di sistemi mafiosi. Dovremmo forse iniziare almeno a chiedere il pizzo agli spacciatori visto che tanto occupano tranquillamente la nostra zona? Sarebbe un bel modo per rientrare almeno di quanto spendiamo per una valutazione catastale che nulla ha a che vedere con il valore reale degli immobili.

lunedì 8 febbraio 2016

Una lode all'amministrazione

Faró un post cortissimo. Mi infastidisce ma per onestà intellettuale non posso evitarlo. Devo fare una lode all'amministrazione. Dopo aver per mesi denunciato la completa noncuranza dimostrata per il rilancio dei commerci di zona, dopo averli insolentiti per quei famosi 24 mila euro (link) buttati nel cesso in sordina, ma sfanfarati ad ogni consiglio comunale come grande interesse del comune per la GAD, dopo averli insolentiti per il silenzio dimostrato nella chiusura dell'unica attivitá degna di nota in Cassoli (l'ormai ex-ASL), dopo aver provato io stesso a lanciare l'idea di un comitato commercianti GAD, ecco che con un colpo di mano, senza neanche vantarsene sui giornali l'amministrazione mi frega.
In breve, sono fiero di comunicarvi (primo fra tuttii quotidiani cartacei e online) l'apertura di un nuovo supermercato in Viale IV Novembre, fra Cassoli e Corso Piave. Ne é prova lampante la foto (fatta da me medesimo) che vado a riportare:


Il punto vendita ha chiara vocazione "di prossimitá", come si evince dal ridotto numero di carrelli, ma non si sa mai che nel tempo cresca. Credo sia al civico 15, anche se essendo di fretta non sono riuscito a entrare per vedere a quale catena faceva capo.

Un punto a favore dell'amministrazione, quindi, ma non ancora sufficiente per zittire le proteste dei residenti! Alla prossima.

venerdì 5 febbraio 2016

Intervento della polizia Municipale in Castellina




Come lo legge un residente del centro:

(Comunicato a cura del Comando Polizia Municipale Terre Estensi)
Sarà denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, rifiuto di generalità e lesioni, O.J. di nazionalità nigeriana che nella tarda mattinata di ieri, mercoledì 3 febbraio, ha fatto perdere le proprie tracce, fuggendo all'interno della stazione ferroviaria e dileguandosi attraverso il sottopasso.

L'uomo era stato inizialmente fermato da una pattuglia della Municipale in piazzale Castellina in quanto aveva rischiato di collidere contro il veicolo di servizio uscendo in bicicletta dal porticato a gran velocità.
Mentre gli venivano richiesti i documenti e le generalità, che non voleva rendere, era giunta sul posto una seconda pattuglia per dare man forte al tentativo di contenere la persona che cominciava ad allontanarsi. In questo frangente l'uomo ha reagito procurando lesioni alla mano e al costato di due agenti, dandosi alla fuga. Durante l'inseguimento l'uomo ha cercato inoltre di rallentare gli agenti scagliando su di loro una transenna segnaletica presente sul posto e successivamente un carrello porta riviste di una attività commerciale, perdendo nella fuga il proprio portafoglio.
La pattuglia è potuta risalire così all'identità della persona che risulta avere una lunga sequenza di analoghi reati a suo carico e di trovarsi irregolarmente sul territorio italiano.
Gli Agenti hanno riportato una prognosi di guarigione rispettivamente in 5 e 7 giorni.

Come lo legge un residente alla GAD:

(Comunicato a cura di ferrarazonastadio)

La pattuglia della municipale, cercando fino all’ultimo di evitare i controlli sugli spacciatori presenti a frotte nella vicina area verde di Nazario Sauro si trovava costretta a un controllo in quanto il soggetto, soggettivamente di colore, si precipitava ciclomunito praticamente all’interno dell’abitacolo del mezzo.
La pattuglia, con sprezzo del pericolo, ma anche grande senso pratico, ha reputato opportuno ristabilire subito il rapporto di forza su un piú sicuro 4 contro uno, chiedendo l’intervento di una seconda pattuglia. Azione coraggiosa visto che va in sostanza a sbugiardare sindaco, assessori e consiglieri (una in particolare) che da anni affermano che non sono soggetti pericolosi, lasciando i singoli residenti a contatto con dozzine degli stessi.
In vero il soggetto era apparso subito molto pericoloso in quanto cercava di allontanarsi il piú possibile, avviandosi verso la stazione. Seguendo le direttive nazionali le pattuglie hanno cercato come potevano di evitare il controllo, ed invero erano riusciti, non senza difficoltá visto che erano in quattro contro uno, a far dileguare il soggetto nella vicina stazione, dove non poteva disturbare i bravi cittadini del centro. Purtroppo il soggetto, dimostrando una scaltrezza degna dei piú alti vertici del comando della municipale stessa, ha pensato bene di perdere il portafogli rendendo praticamente impossibile il non verificare le generalitá. Strano a dirsi, il soggetto risultava non in regola con l’attuale normativa, ma siamo in attesa di una norma ad hoc che consenta la definizione di una terra franca, una specie di riserva naturale di spaccio.



OVVIAMENTE CI ATTENDIAMO TANTO SPREZZO DEL PERICOLO ANCHE QUESTA SERA, GLI SPACCIATORI CI SONO TUTTI I GIORNI IN NAZARIO SAURO!

mercoledì 3 febbraio 2016

Droga e alcol ai bambini della GAD

Avrei voluto parlare diffusamente di cosa penso dell’agire di sindaco e prefetto.  Avevo giá scritto il pezzo da pubblicare oggi, ma purtroppo hanno giocato d’anticipo rendendo note ieri le sanzioni per insulto a pubblico ufficiale. La scelta era fra pagare approssimativamente due milioni e trecentomila euro o decurtare il post dell’80%. Ho scelto di parlare d’altro.
Preciso solo che il post era centrato sull’ordinanza contro gli alcolici di capodanno (link). Scritta ad evidente uso e consumo dei commercianti del centro (cosi come le multe ai pakistani o le chiusure imposte dal prefetto a commerci “pericolosi” la cui posizione sul territorio non é data da sapere, ma non credo alla GAD) quello che dava piú fastidio era il lungo pippozzo in cui si vantava una necessitá legata alla sicurezza in zona stazione. 



Si son messi ben in due (sindaco e prefetto appunto) con una nota della prefettura e conseguente ordinanza, per sottolineare il problema dello spaccio, del degrado di sticazzi… ma la frase piú bella e veritiera é: PREMESSO che alcuni di tali esercizi (in Via Contrari, ed in Via Cortevecchia) sono stati più volte sanzionati amministrativamente dalla Polizia Municipale e dalla Questura …
Stupisce alle volte la discrepanza fra le percezioni dei cittadini di serie B (GAD) e la reale distribuzione del degrado rispetto ai cittadini di serie A (A come ASCOM).
Ad ogni modo sono sempre le solite chiacchiere al vento del duetto inutile.
Il solito impietoso paragone con Padova: a Ferrara si impediva il commercio e il consumo dal 24 Dicembre al 31 Gennaio, a Padova alle 22 chiudono tutti i locali che commerciano alcolici in zona stazione dove il divieto é 24/24 e 7/7.
Prendiamo un MALOX e passiamo oltre.



Piú interessanti le azioni delle forze di polizia (che pure, abbandonate da sindaco e prefetto, fanno quello che possono). Ennesima chiusura temporanea di un minimarket (link). E ennesima futura apertura (definitiva) di un altro minimarket al posto di foto Pandini, in Cassoli/IV Novembre. Una ovvietá in un quartiere completamente abbandonato dalle istituzioni, a due passi dalla USL in stato di abbandono che ha affossato quasi tutti i locali autoctoni della zona. 
Ma la parte piú interessante sono le esternazioni del questore, che dopo le 850 firme del comitato zona stadio riconosce una recrudescenza del fenomeno spaccio e promette di triplicare gli sforzi (link). Cosa che ha effettivamente fatto. E addirittura sono intervenuti i Carabinieri, storicamente interessati piú a Baluardi che alla GAD. Con l’uso dei cani antidroga hanno trovato ben un etto di mariuana (link).  I piú attenti di voi avranno notato che nella azione del 29 Gennaio scorso la quantitá era solo di 50 grammi. In effetti il primo link era del 2011, solo per far notare che come cittadino, e con il bene che voglio alle forze dell’orine, mi sarei anche rotto le scatole di leggere con ciclicitá sempre le stesse notizie del sindaco che nega, del questore che interviene, della giunta che discute, della gente che si siede a un tavolo… E gli spacciatori sono sempre lá. Qui si parla o di incompetenza o di negligenza. Il resto é fuffa.
Unica novitá del 29 Gennaio (link) é che gli spacciatori usano il muretto dell’asilo per nascondere la droga. Lo stesso asilo dove passa (dice) tutte le sere una consigliera del PD per vedere se la situazione é brutta, dove osserva (tutte le sere) un nugolo di spacciatori ma che a lei “non hanno fatto niente”. 



Ora, un bambino di cinque anni non credo abbia problemi a scartare una pallina presaldata di cocaina. Magari i problemi li ha dopo. Ma il comune ha pensato anche a questo. Come riportato nelle immagini del post, ha pensato bene di agevolare (leggasi, non impedire in alcun modo) il consumo di alcolici nei pressi dei giochi per bambini di Nazario Sauro. Cosí che a forza di occupare positivamente gli spazi i nostri figli cresceranno a droga e alcol. Grazie sindaco, grazie prefetto.

Quale nome vorresti dare al Parco di Nazario Sauro?