Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere un avviso ad ogni nuovo post!

martedì 28 giugno 2016

Grazie al questore, grazie alla lega, e grazie al...

Passata la buriana scatenata dall'aggressione (verbale per caritá) del gruppetto di spaccini alle due vigilesse della municipale, buriana che ha lasciato sul campo la licenza (forse) del negozio etnico di Nazario Sauro, é ora di tirare le somme sulla situazione del quartiere. Si riesce a fare in modo molto breve in realtá. Non é cambiato una minchia. In cassoli dalle 21 tre/otto nigeriani stazionano in attesa di clienti, e se ti soffermi in zona a parlare con qualche sporadico residente che passeggia, ti vengono vicino (molto, troppo vicino) per far sentire la pressione psicologica. Ma noi residenti non siamo agenti della municipale, quindi non organizzeranno nessun mega-spritz (o blitz) in questo caso. In Nazario Sauro, é vero, gli spaccini si sono decimati (quindi uno o due), in compenso davanti al negozio cinese di IV Novembre, mentre rientravo a casa ieri, un nigeriano dei quindici che berciavano intorno a un cimitero di biciclette sul marciapiede ha pensato bene di salutarmi anche dopo che avevo (ingiustamente) scelto di spostarmi dal marciapiede. Sapete bene cosa vuol dire alla GAD quando un nigeriano ti saluta. Io gli ho espresso il mio dissenso contribuendo al degrado del quartiere. Pochi metri piú in lá, sulle mura dopo Corso Piave, un'altra decina di spaccini stazionavano aspettando non so ben cosa, ma con grande passione visto che sono lí da giorni. La sera in Cassoli la situazione era quella del video.



Questa é la situazione. Quindi io la questura e le "forse" dell'ordine le ringrazio anche, ma magari fra qualche settimana. Prima vorrei capire se l'obiettivo é quello di pulire il quartiere o fare in modo che gli spacciatori, pur spacciando, capiscano che certe cose (aggressioni a pubblici ufficiali, accoltellate...) non si possono fare. Anche perché a pagina aggiornata, questo mese siamo saliti da una media di un reato ogni tre giorni a uno ogni due, con quindici articoli di reati di vario genere apparsi sui giornali (e mancano ancora due giorni).
SE il quartiere viene pulito, POI si puó anche ringraziare. Come per le iniziative di eventi messe in campo in questi giorni, un po' ovunque. Qualche informazione la trovate in fondo al post. In Giordano bruno da parte dell'amministrazione, al Pinguino QUESTA SERA alle 21, da parte di un cittadino, referente dell'universitá popolare, allo scalone municipale da parte della Lega (o meglio Nicola Lodi), che per Mercoledí 29 alle ore 20 ha organizzato una manifestazione con corteo dallo scalone al grattacielo. Ora, io non ho mai votato Lega, ma quando qualcuno organizza una manifestazione per la GAD con proteste fin sotto lo scalone, é da pazzi non andarci! Soprattutto se le iniziative proposte in alternativa sono le pedalate organizzate dal SERT, dove mi dicono si sono presentati in TRE operatori (quasi meno degli agenti di scorta) o la fiaccolata per il quartiere di questa sera, dove sembra che ti chiedano cinque euro per il pacchetto fiaccola... E poi magari fra un paio di  settimane ti vedi passare in delibera di giunta il solito migliaio di euro come contributo per le iniziative fatte...
Ad ogni modo la quantitá di eventi é veramente notevole, cosí come i soldi investiti quest'anno (a differenza dei precedenti secondo me), per cui vale la pena di andarci...
Alla manifestazione della Lega intendo, visto che a mio avviso l'effetto Naomo é l'unico modo razionale per spiegare questo interesse dell'amministrazione su un problema ignorato per almeno tre anni nonostante le proteste dei cittadini...



martedì 21 giugno 2016

Da Milano a Palermo, i maxi spritz di Ferrara

Vi segnalo due commenti che altrettante amiche mi hanno fatto recentemente sulla GAD:

Il primo viene da una residente che proviene da Milano e che recentemente si é trasferita vicino a casa mia

"A Milano puoi girare la sera, non ti importunano, salvo le solite eccezioni di ubriaconi, di tutte le etnie e qui voglio e devo essere onesta. Hanno quartieri con negozi di copertura, dove vendono cose inutili e pidocchiose, che nemmeno acquistano tra loro, ma non ti scocciano. Li devi avvicinare tu!"

Il secondo da una persona che ha lavorato in zona e che abita a Ferrara da molto piú tempo, ma proveniente da Palermo:

"Bisogna fare qualcosa per quella zona. E io sono di Palermo. Non si può vivere in questo modo. Ho lavorato in questa zona per 2 mesi. Ogni volta, un patema. Ferrara come scampia. Gli accerchiamenti...ma che scherziamo?!"

Insomma, da Milano a Palermo, il caso di Ferrara rappresenta una particolaritá nella malagestione del problema sicurezza (alla GAD). E a quanto sembra non lo diciamo solo noi. Oggi é arrivata sul tavolo del sindaco e della comandante della municipale (le minuscole sono ben volute) una lettera firmata da   147 vigili urbani da tutta italia (link). La lettera non é un attacco al "sistema ferrara" (e ci mancherebbe visto il loro ruolo istituzionale), ma é un segnale forte del fatto che Ferrara é una particolaritá! Anche che altre cittá condividono il problema della necessitá di un cambio di passo per la municipale, ma come mai hanno scritto al duo taglianitrentini e non a sindaci piú importanti come Fassino? (ehehehehehe) 
Scherzi a parte, evidentemente non é solo grazie a Lodi e a Rete4 che a livello nazionale parlano (male) di noi. E sembra che anche i Nigeriani abbiano capito che a ferrara si delinque piú facilmente che in altre cittá, e per stessa ammissione del trio della supercazzola (link) che afferma che il problema é legato a "richiedenti asilo ospitati altrove che vengono assoldati a Ferrara". Grande rilevanza mediatica per l'ennesimo confronto fra sindaco, prefetto e questore  (link). In realtá, con minore rilevanza, il trio della supercazzola si ritrova al tavolo per l'insicurezza ormai da anni, con cadenze tipo ogni mese o due mesi e i risultati si son ben visti. Cosa dovrebbe avere mai di diverso questa volta non si sa, e infatti, fino a che non dimostrano il cambio di passo, possiamo ben bollare i loro blablabla come supercazzole. Ecco qualche estratto dall'articolo:

"mappare delle figure emergenti di carattere etnico che mostrano segnali di organizzazioni"

"Tutte le forze dell’ordine hanno perfetta cognizione dell’evoluzione che il fenomeno ha avuto in Gad nelle ultime settimane,"

"conflitto fra gruppi diversi di origine religiosa, etnica o addirittura di carattere tribale o familiare"

"la volontà collaborativa che alcuni di loro stanno esprimendo anche se non in forme gradevoli"

"disarticolare questo fenomeno organizzativo e restituire il quartiere giardino alla città"

"“potenziamento dei servizi congiunti"


Insomma, spulcia l'articolo finche vuoi, ma alla fine di concreto NULLA! Solo qualche accenno all'interforza, chiesto dal 2007 in varie riprese. Un po' pochino per un summit di menti eccelse. Il mio consiglio é basta parlare, datevi da fare! Poi parlate. Che di sparate sui giornali ne siamo giá pieni!

La parte migliore rimane comunque la fine:

"A margine dell’incontro, conclusosi in un’osteria del centro per un brindisi benaugurale."
Come dire, ...con lo scappellamento a destra:





Speriamo almeno negli annunciati Maxi Blitz, anche se visto che hanno concluso in osteria, giá c'é chi pensa che si riferissero ai Maxi Spritz....

lunedì 20 giugno 2016

Sostituire la causa con l'effetto.

Ormai é imbarazzante segnare il susseguirsi dei reati alla GAD, non gli si sta dietro. Non solo io, anche i giornali escono con una notizia di un accoltellamento (link), il secondo in due giorni (link) e la notizia é giá vecchia perché nel tempo che i giornali vanno in tiratura fanno una terza rissa con ferito (link), il tutto condito con le solite sassaiole sugli agenti e qualche scippo per gradire (link).

In tutto questo casino, il questore pecca di audacia quando afferma che "Dopo le minacce al personale della polizia municipale doveva esserci una reazione immediata, un messaggio chiaro e preciso che pensiamo di avere lanciato" (link), difatti il messaggio era cosí chiaro che poche ore dopo c'é stata la rissa da cinquanta persone fra porta catena e primo maggio (cosí GAD puó tornare da Grande Area Degradata a Giardino Arianuova DORO a buona ragione). Ma ancora piú audacia la dimostra l'assessore delegato alla sicurezza, che solo per manifesta inferioritá non fa rimpiangere il precedente (nessuno potrebbe in vero). Nonostante TRE accoltellati in DUE giorni e mezzo... l'assessore esce con un post dove recita: "È ora di dare il colpo di grazia (link)". Non sarebbe il caso di impensierirli prima?
In sostanza nel post non sembra particolarmente turbato dal possesso del territorio che dimostrano i nigeriani, anzi, ne deduce che l'acuirsi questa escalation di violenza degna di una metropoli é legata al duro colpo inferto dal comune al degrado (sciorina poi gli interventi fatti... chiusura alle 21 dei "pakistani", polizia municipale come presidio...). Nonostante sia ancora in essere un forte dubbio sul modus operandi della polizia municipale, (la versione dello stesso assessore, link, differisce notevolmente da quella proposta pochi giorni prima da una sindacalista del corpo, link, soprattutto sul punto che prevederebbe un reato di omissione). Nonostante questo, nonostante vi assicuro che gli spaccini sono vivi e vegeti e non cercano nuovi spazi, perché sono esattamente nei vecchi o al massimo a poche decine di metri da essi,  nonostante le evidenti difficoltá nel mantenere un minimo di controllo sul territorio da parte dello stato...lui si sente sicuro che ora possono dare il colpo di grazia...
Ora, fra i vari limiti dell'assessore (sia ben chiaro, mi permetto di dirlo solamente in tema di sicurezza) il piú grande é forse che é interista. Per non piangere la butto quindi sul ridere con uno sfottó da stadio. Gli spacciatori portano a casa il triplete (tre accoltellati in tre giorni) e l'assessore a oggi a zero tituli, le spara grosse....



In sostanza, anche ammettendo (come il questore NON fa) che le tre accoltellate sono una conseguenza delle opere messe in atto dall'amministrazione, queste sono comunque una CAUSA del fatto che hanno permesso il radicarsi del problema negandolo per decenni, non un EFFETTO delle azioni che oggi arrivano con almeno un decennio di ritardo.
Non da meno il suo diretto superiore, il vostro sindaco, che su twitter scatena la sua indignazione ricordando (ma a chi?!?!) che "La rissa e' reato perseguibile d'ufficio punibile fino a 5 anni di reclusione. Mi aspetto dentificazioni, processo rapido, condanne rigorose."

Come potete vedere nella colonna qui a sinistra, gli ho ricordato che le risse alla GAD ci sono da dieci anni (mi son poi fermato al 2013 per la tarda ora). Del perché solo oggi si senta di inveire (sia pure solo su twitter) non si sa. Tu chiamalo se vuoi... effetto Naomo.

venerdì 17 giugno 2016

Da buffoni a peracottari

Ma come fai a non dire due parole sulle pantomime che si stanno succedendo per la questione Vigilesse aggredite?!?
cerco di essere brevissimo, tanto se ne é letto e se ne leggerá tanto. Per dire, oggi eravamo sul Carlino Nazionale....

Pima peró una piccola e doverosa precisazione: sono completamente dalla parte degli operatori di sicurezza, poliziotti municipali, poliziotti, carabinieri (la guardia di finanza non si vede da un po'). Hanno indiscutibilmente ragione. C'é da aver paura, lo so, é vero, e ce l'ho anche io! Io me la prendo con i loro dirigenti che a mio avviso, almeno su questa questione sono proprio incompetenti, inetti nel senso letterale del termine, insomma, dei peracottari.



Brevemente quindi, su estense.com esce la notiziona che due vigilesse sono state accerchiate e scacciate durante lo svolgimento del loro lavoro da dei presunti nigeriani, presunti spaccini, nei giardini del grattacielo (link). Nello stesso articolo la comandante che dichiara: "Non mi risulta tuttavia che ci sia stata la necessità di chiamare rinforzi, perché piuttosto che fomentare reazioni ancora più accese a volte è meglio lasciare perdere". Frase scandalosa che fa scatenare non solo le opposizioni ma anche l'assessore alla sicurezza (possibile futuro sindaco se mai riuscirá a cavarsene da questa Waterloo). A breve giro di posta manda una nota stampa (link) col titolone :"Nessun vigile è scappato o ha smesso di fare il proprio dovere. Anzi"... Anzi hanno appena iniziato a farlo, mi verrebbe da dire. Ad ogni modo a parte il titolo quasi nulla spiega degli avvenimenti. Anzi, lascia pensare che gli "Agenti che non hanno avuto paura di affrontare gli spacciatori, che hanno fatto il loro dovere e che semplicemente, come era giusto che fosse, hanno chiamato doverosamente rinforzi una volta messi in difficoltà e intimiditi". Lascia pensare perché a leggere MOLTO attentamente la panegirico, la chiamata si riferirebbe a un evento analogo accaduto pochi giorni prima. Anche la Trentini, reinterrogata sul fatto, rimane sul nebuloso con l'affermazione, ormai 24 ore dopo l'accaduto, "non ho elementi" per dire se avevano chiamato i rinforzi o no (link).
Che l'evento non fosse da sminuire come hanno cercato di fare dall'amministrazione si capiva anche poche ore dopo, quando il quetore ha disposto una imponente operazione interforze (link) che ha portato al riconoscimento di 36 nigeriani su 37 persone che hanno fermato al grattacielo (parlano di altre 70 che sono scappate). Ma come sono andate le cose allora? Alla fine rischiavamo di rimanere completamente all'oscuro di quello che era accaduto (se un cittadino non avesse visto segnalandolo ai giornali), poi avremmo rischiato di non capire mai come erano andate le cose, se erano stati chiamati i rinforzi, se sono state aggredite verbalmente con configurazione di reato, se sono scappate (giustamente) o hanno concluso quello per che avevano iniziato a fare. Sarebbero servite le richieste ufficiali di parte dell'oposizione all'assessore e alla comandante (link)? Io non credo, certa gente vive di supercazzole. Anche quando gli dici che hai capito benissimo che é una supercazzola, non si vergognano minimamente. Continuano imperterriti!!

Peró ho scritto "rischiavamo" perché oggi una bellissima lettera di Elisabetta Finotelli, R.S.U. del sindacato S.U.L.P.L. del Comune di Ferrara (immagino il sindacato degli agenti dela municipale), ci svela l'arcano (link). In sostanza, a parte qualche imprecisione, confermano il primo articolo. Non solo! Affermano che le due agenti non hanno chiamato i rinforzi sostanzialmente perché nel fatto analogo del giorno prima, quando sono stati accerchiati sulle mura di Viale Po "gli operatori prima hanno provato a chiamare rinforzi e poi, non essendo disponibile nessuna Forza dell’Ordine, hanno agito da soli". Questo l'assessore non lo ha detto (non lo sapeva?). Quindi, come ogni cittadino residente alla GAD sa bene, se anche c'é un reato non sempre le FFdO possono intervenire. E questo perché sindaco, prefetto e questore non vogliono ricorrere al progetto Strade Sicure, come fatto a Padova e Bologna, con l;intervento dell'esercito per il solo presidio del territorio. Sarebbe gratuito per i ferraresi, solo bisognerebbe che ammettessero che fino ad ora hanno gestito da incompetenti il problema. Passi per il prefetto e il questore, che si son ritrovati il problema giá bello e fatto, ma il sindaco é da otto anni (piú cinque da vicesindaco) che non se ne occupa!

Ad ogni modo ora sappiamo che c'é stato almeno (un) reato: il nigeriano si rifiuta di dare le proprie generalitá ma questo non produce nessuna reazione nei due tutori se non quello di allontanarsi. In sostanza si smentirebbero il 90% delle affermazioni del;'assessore. A questo punto le vigilesse avrebbero dovuto procedere in qualche modo con l'identificazione, per esempio portandolo in questura (atto d'ufficio?) ma il soggetto e i suoi sodali glielo hanno impedito con l'atteggiamento aggressivo.
"Violenza o minaccia:
Il reato di violenza o minaccia a un pubblico ufficiale consiste nel minacciare o costringere con violenza fisica un pubblico ufficiale a fare un atto contrario ai propri doveri o ad omettere un atto d’ufficio."
In attesa che chi si intende di legge possa chiarire QUANTI reati sono stati commessi e sono rimasti impuniti, concludo con una nota della lettera che esprime bene la politica attuale: "È ingenuo pensare di risolvere certi problemi emanando delle Ordinanze sulla Sicurezza e quant’altro e, allo stesso tempo, programmare di gestire certe zone mandando in giro solo 2 persone a pattugliarle".
Buono spaccio a  tutti!

mercoledì 15 giugno 2016

La polizia municipale ha paura (e li capisco)

Chi si occupa della sicurezza in zona GAD? Onestamente non lo so. Apparentemente "nessuno", sarebbe la risposta piú azzeccata se non sembrasse una battuta. Allora chiediamoci chi é il responsabile di questa situazione? "Nessuno", come risposta a questa seconda domanda, sarebbe inaccettabile. Ieri mattina due vigilesse della polizia municipale sono state CACCIATE dagli spacciatori mentre cercavano di controllare il territorio, una volta, dei cittadini. Ora degli spacciatori.



L'accaduto risale a ieri alle ore 11 del mattino ma é riportato solo da Estense.com, che risponde quindi ottimamente alle accuse che lanciavo ieri (onore al merito)[errata corrige: anche il resto del Carlino riporta l'accaduto]. Si intravvede nella descrizione dell'articolo un goffo tentativo di nascondere l'accaduto da parte della comandante Trentini e quindi un lavoro di cronaca come si deve da parte del giornalista.

La scena é cosí descritta: "a questo punto che l’extracomunitario ha iniziato ad agitarsi ulteriormente alzando i pugni e avvicinandosi minacciosamente alla vigilessa, gridandole a meno di un metro dal suo volto, tanto da indurre entrambe ad abbandonare la zona per evitare guai, dato che anche il resto del gruppo stava accorrendo a dare man forte al “collega”."

L'evento in sé non rappresenta una novitá. Chi ci abita sa bene come stanno le cose, a prescindere dalle strombazzate degli inetti che dovrebbero garantirci la sicurezza. La cosa che oggi ha dello scandaloso é la risposta della Trentini, comandante della Municipale, che stando all'articolo avrebbe detto:


"questi episodi capitano anche con gli italiani. Non mi risulta tuttavia che ci sia stata la necessità di chiamare rinforzi, perché piuttosto che fomentare reazioni ancora più accese a volte è meglio lasciare perdere, soprattutto in un caso come questo di palese sproporzione tra due agenti e un gruppo numeroso di persone."

Insomma, non é che hanno avuto paura di prendersi delle botte, certo che no. Solo che hanno preferito procedere col metodo Baraldi (la consigliere del PD che vede gli spaccini ma passa in silenzio e a lei non hanno mai fatto niente), piuttosto che il metodo Naomo.
Questo mi riporta alla mente i tempi in cui difendere il quartiere non era poi tanto di moda. All'epoca (fine 2012 inizio 2013) c'ero praticamente solo io a sollevare la questione. Proprio in quel periodo cercai la via dei giornali per proporre (pensa un po') un intervento della Municipale sul territorio ("la Municipale faccia il suo dovere", post del 31 Gennaio 2013 link). L'allora assessore Spaigni mi rispose con una delle sue sapignate il che mi indusse a rimarcare con una lettera datata 20 Febbraio 2013 (link) in cui scrivevo "I vigili hanno forse timore di avere a che fare con questi individui? Sappia che li capisco, perché io so che non è soggettivo il timore che provo quando mi avvicinano anche se spingo il passeggino."
La Trentini rispose piccata "Trascuro la sua disinvolta allusione circa il timore che frenerebbe gli agenti della Polizia municipale nel reprimere risolutamente le predette infrazioni". Sarebbe bello vedere adesso cosa ha da rispondere. Anzi, risponderebbe la solita cosa che avete appena letto.

Sia chiaro che non recrimino niente agli/alle agenti, hanno ragione a scappare. Il problema nasce quando ti chiedono di non farlo come residente!

lunedì 13 giugno 2016

Lo strano caso di estense.com


Stanco di sentire bambanare di percezioni, da Aprile mi son messo a seguire e segnare i casi di cronaca che vedono la GAD protagonista di reati di vario tipo (link). Di vario tipo perché non purtroppo non siamo soggetti a un solo tipo di degrado, non ultimo il fatto che i senzatetto si fermano negli androni dei nostri palazzi come piccolo effetto collaterale della chiusura della stazione, ma comunque tratto solo di reati degni di finire sui giornali, quindi di una certa rilevanza. 
Ormai ci siamo assestati comodamente su una scandalosa media di un reato ogni tre giorni, anche se devo dire che il parziale di metá giugno ha giá sfondato anche questa media.
Alle ultime notizie del post di Venerdí, cioé una aggressione per scippo in Cesare Battisti, un furto di cellulare a una donna con passeggino in piazzale stazione e un nigeriano che girava con una lama di 16 centimetri, si sono aggiunti nel week end. Prima una aggressione con scippo a una ragazza in Via Darsena all'altezza dell'interspar (link), dove la vittima é caduta a terra ed é stata salvata solo dal provvidenziale e coraggioso intervento di un passante. Poi, notizia di poche ore fa, in realtá accaduta Sabato sera ma per comoditá le segno in ordine di pubblicazione, un uomo é stato aggredito nei bagni della stazione e gli é stato sottratto un portafogli (link).


Con questi siamo a poco PIÚ di un reato ogni due giorni. Ormai mi serve un aiuante, e magari anche un pallottoliere. E non intendo una persona che spara palle, che per il problema GAD me ne vengono in mente almeno tre, solo nelle istituzioni, ma proprio uno strumento per non perdere i conti.

Le notizie riportate nella lista sono, come detto, di vario tipo. Ora piú ecclatanti, ora meno. Ora riprese da tutti i giornali, ora solo da quelli che per qualche particolare motivo lo segnalano. Ci stá, non posso certo dettare io la linea editoriale di chicchessia. Peró trovo abbastanza bizzarra quella scelta da estense.com. Curiosa, diciamo. A meno di errori di distrazione da parte mia, posso affermare che delle cinque notizie che vi ho appena riportato, non troverete traccia sul quotidiano online. Le troverete alcune sulla Nuova Ferrara, altre sul resto del Carlino, le piú importanti su entrambi, ma nessuna su estense.com.
Quali i motivi? Reputano le notizie poco interessanti? Non sono interessati alla GAD in generale? Lo sono ma trovano interessati solo ai reati ai danni degli extracomunitari? Analizziamo un poco queste ipotesi per vedere se riusciamo a venire a capo dello strano caso di estense.com...

Magari che un nigeriani giri con una lama di 16 centimetri sulle mura potrebbe passare come notizia di secondo piano, poco rilevante, ma che vi sia una aggressione con furto, a mio avviso é abbastanza piú importante di una pecora che c@g@ nel sottomura mentre mangia l'erba con un sindaco alle spalle che si fa il selfie. E qui ancora vi ho riportato una notizia ripresa anche da altri quotidiani, ma scavando nelle pagine secondarie di cronaca, troviamo anche due nigeriane che non hanno pagato il biglietto per Bologna e non hanno fornito i documenti al personale del treno... o le guide per il cittadini del Consiglio Nazionale del Notariato... Davvero sono notizie che meritano maggior attenzione? Oggi poi si fa riferimento a un furto di portafogli in porta reno, con la classica azione dell'"urta e fuggi". Davvero é piú importante che una aggressione?

D'altronde l'interesse per la GAD c'é, e anche molto forte. Per esempio oggi si cita la bella iniziativa di Universitá Popolare che ha portato persone nel giardino di Nazario Sauro. Per non dimenticare poi la fortissima enfasi mediatica che hanno voluto dedicare alla persona aggredita negli stessi giardini per aver fotografato una ragazza nigeriana. Certo, dell'aggressione neanche una parola, tutto l'articolo era per la povera ragazza nigeriana che era stata fotografata a sua insaputa. Povera. 

Allora sono forse interessati solo ai reati ai danni di Extracomunitari nella GAD? Macché, non possiamo neanche spiegare lo strano atteggiamento con una tendenza a difendere le ragazze nigeriane, perché lo era anche la ragazza picchiata e buttata a terra in Darsena. Se sei nigeriana e ti fotografa un'Italiana alle spalle meriti tre articoli e un editoriale, ma se sei nigeriana e ti picchia un connazionale sono tutti ca**i tuoi?

Io ho esaurito le ipotesi e non sono giunto a nessuna conclusione. Se voi ne avete altre, ben vengano. Magari anche i diretti interessati potrebbero dire la loro. Nel mentre sto valutando una soluzione apparentemente efficace per risolvere  il problema alla GAD. Barricarsi in casa con le sovvenzioni dell'amministrazione e leggersi estense.com per sentirsi piú tranquilli.

venerdì 10 giugno 2016

Librandi e la carne al prefetto

Fatemi aprire con un ringraziamento al residente che mi ha girato le immagini del video (e dell'audio) della rissa al grattacielo. Molto gentilmente le ha girate a me, quando sicuramente facevano gola anche a testate piú blasonate. E difatti, le stesse, le hanno riprese in diversi modi. La Nuova Ferrara ha passato interamente il video, nel quale compare anche l'indirizzo internet del blog, per cui ringrazio anche loro. Telestense invece non ha citato in alcun modo la fonte, tagliando i pezzi in cui si capiva che era lavoro mio. Non li ringrazio, ma non me la sono neanche presa, in fondo, come dicevo, non é materiale mio ma me lo ha girato il residente.
Uno spezzone del video é stato anche ripreso a livello nazionale dalla trasmissione di Rete 4 "Dalla Vostra Parte" che é tornata a parlare di Ferrara, questo, credo si possa ben dire, grazie soprattutto al "metodo Naomo". Torno a ripetere che in estrema sintesi il "metodo Naomo" é l'antitesi del "metodo Tiziano". L'ultimo suggerisce di non parlare del problema GAD per non spaventare potenziali investitori (link, "mettiamo io o mettiamo lei..."), il primo suggerisce di accendere i riflettori sullo schifo in cui ci fanno vivere per sollecitare i gatti impagliati che amministrano la sicurezza a muoversi in qualche modo. Giá abbiamo visto gli effetti del Metodo Naomo (per esempio ha spinto Tiziano a venire alla GAD dopo sette anni di latitanza), vediamo a cosa porta. Di sicuro l'amministrazione non puó permettersi il ricatto del "se non fate come dico io vi tolgo quello che vi ho dato finora", perché finora non ci ha dato una beneamata min**ia.
Ma torniamo alla trasmissione in oggetto. Vi allego il video (link, ringrazio sempre il residente di cui sopra) tagliato sulle sole parti riguardanti Ferrara. Dura il giusto, potete guardarlo tutto. E' a tratti pesante per i soliti battibecchi cui ormai siamo abituati ma ha almeno due punti interessanti. 
Permettetemi qui un piccolo inciso per quei quattro (per lo piú legati a doppio filo con l'amministrazione) che dicono che gli intervistati sono dei visionari piagnucoloni. Questo é un collage del Carlino del 9 Giugno. Tre reati pesanti (un furto, uno scippo con aggressione e un nigeriano armato di coltello) in un solo colpo. La statistica di Giugno sembra (se possibile, ancora peggio di Maggio e Aprile (un reato ogni tre giorni).



Ma torniamo al filmato, che potete visionare sulla pagina facebook del blog (link, puntata integrale a questo link).
Molti, cittadini ed esponenti politici, lo hanno giá commentato soffermandosi sul primo punto: al minuto 2.58 un Nigeriano (brava persona piuttosto nota nel quartiere) afferma che la colpa dei reati dei suoi connazionali é all'80% dei Ferraresi. Una frase forte, ma che é chiaramente estrapolata da un discorso piú ampio. Non sapendo a cosa si riferisce, io preferisco non commentare. Anche perché il secondo punto, credete a me, é enormemente piú succulento e per certi versi piú utile alla nostra causa.
In chiusura, al minuto 11.15, l'onorevole Gianfranco Librandi, eletto in Scelta Civica, non Lega Nord, non Casa Pound, ma SCELTA CIVICA, fra l'altro ospite in studio, quindi non un discorso estrapolato e montato ma una dichiarazione di sua sponte, afferma:

"Ho letto un'intervista fatta al prefetto di Ferrara (Dott. Michele Tortora ndb) che denunciava questa situazione. Allora, dal mio punto di vista io direi che IL PREFETTO DEVE FARE MENO INTERVISTE E ATTIVARSI per fare in modo che... dato che le forze dell'ordine ci sono, non so, magari rimangono troppo in ufficio devono intervenire per i cittadini immediatamente".

Come si usa dire... gli ha dato della carne.
Ora, per caritá, io le forze dell'ordine le vedo attivarsi, e non credo siano cosí tante come dice l'onorevole qualche minuto prima. Ma che il prefetto DEBBA ATTIVARSI, é da diversi mesi che lo sostengo. Vediamo se il fatto che lo sostiene anche un onorevole (non di destra) puó serire a ravvivare l'interesse del prefetto per il problema alla GAD. La soluzione l'avrebbe anche in tasca e si chiama Art. 75 del D.P.R. 309/90.

mercoledì 8 giugno 2016

Ferrara e la GAD

Ferrara e la GAD. Ferrara non é la GAD. Per questo quando leggo della commissione sicurezza so giá che si diranno solamente tante parole ma assolutamente nulla cambierá nel quartiere. I 100 mila euro spesi per sovvenzionare le ditte che lavorano nella sicurezza, venduti come una grande iniziativa del PD per il quartiere, saranno spesi a pioggia su tutto il territorio comunale. Ricaduta sulla lotta spaccio ZERO. Mi dispiace per chi ha speso ore a sentire il nulla, ma li ringrazio ugualmente.
Da notare solo che dire che il centro mediazione in Castellina sia utile, pone seri dubbi sull'onestá intelettuale (o alla peggio sulla capacitá intelettuale) di chi lo dice. E non me la prendo con i comunque operosi ragazzi del centro, ma il monte ore é forse aumentato? Il numero di operatori é aumentato? Non credo. Semplicemente li spostano dal grattacielo a castellina. Risultato netto ZERO!
E infatti, la notte stessa della commissione (ieri) i giardini del grattacielo sono stati il teatro dell'ennesima rissa fra stranieri. Ringrazio un residente di Cesare Battisti per il video inviatomi.


Tornando a cose piú futili, anche l'ASCOM trova "Ottima" l'idea della casetta, rilanciando con una specie di stand coperto e un posto dove prendere il caffé. Sembra che la cosa sia addirittura fattibile in tempi brevi. Il presidente ASCOM si dice pronto ad attivarsi per avere i dovuti permessi dal comune. Lo rincuoro, i permessi, il comune, li ha giá in tasca (anche se ci ha messo due anni per averli e ha richiesto mie numerose sollecitazioni fra cui un question time del consigliere Fochi. Il problema é che se vogliono mettere anche i teloni, ce ne vorranno altri di permessi, e quindi altri anni? Spero di no. Io continueró nella mia battaglia contro i ciarlatani al potere.



Storia simile alla casetta, ma con un leggero lieto fine, ha invece l'iniziativa dell'Universitá popolare di Ferrara che domani sera propone nei giardini di Nazario Sauro una lezione "En plein air" di "filosofia per cittadini". L'iniziativa (vedi locandina) viene riproposta il giorno dopo e per due volte anche la settimana sucessiva con interventi sempre diversi.




Queste le parole dell'organizzazione:

L'università popolare di Ferrara nelle giornate di giugno, promuove presso il parco di piazzetta Toti, delle serate culturali, per rivivere e riscoprire un quartiere gravemente compromesso. Sappiamo benissimo che la nostra manifestazione non può essere una risposta ai tanti problemi che gravano sul nostro quartiere, ma sicuramente la partecipazione delle persone, ridarà, anche se per poche ore, una vivibilità diversa.


Storia simile perché i responsabili dell'universitá popolare da mesi chiedono all'amministrazione un supporto per portare le loro lezioni e i loro studenti nel quartiere, e da mesi l'amministrazione non fa nulla. Solo dopo numerose email e interventi sul giornale (in vero l'unica cosa che smuove l'amministrazione a parte il metodo Naomo) ha portato a questo piccolo contributo. Come residente spero vi sia una buona partecipazione, soprattutto da parte di chi non risiede nel quartiere!

lunedì 6 giugno 2016

Il Questore avvalla la casetta... cosa manca?!

Dunque, tre per cinque fa quindici, riporto due da prima... trenta giorni ha settembre... Sembra impossibile ma il capire quanti agenti in piú (o in meno) avremo a Ferrara sembra richiedere nozioni avanzate di analisi stocastica. Prima ci han detto che 12 nuovi agenti sarebbero presto arrivati (link) per la gioia dei politici di maggioranza e opposizione, del sindaco che ci racconta che non viene alla gad per andare a cena con vice ministri dell'interno per perorare la nostra causa, e di quasi tutti i sindacati. Quasi perché il SAP, immagino il piú di opposizione, o meglio il meno filo-governativo, non ci sta e conti alla mano sbuguarda tutti. Si, 12 ne arrivano, ma sei se ne vanno per una normale mobilitá degli agenti. Uno dei sei rimanenti poi va ad Argenta ma contiamolo pure. Il problema nasce quando sai che dieci se ne vanno in pensione (link). Fate voi i conti (-5, ho le nozioni di base) e tiratene le conclusioni.
Ora, che degli esperti del settore possano avere una cosí diversa opinione dello stesso fatto fa un po' specie. Ovviamente entrambi dicono la veritá. Vero, ne arriveranno 12, vero sei andranno via, vero dieci andranno in pensione. A voler pensare bene, come minimo, bisogna riconoscere che una buona parte dei sindacati si é assuefatta, volente o nolente, al livello minimo. Nonostante la tassazione fra le piú alte nei paesi sviluppati, evidentemente si rischiava di avere dieci pensionamenti e nessuna assunzione. Per cui meglio festeggiare l'arrivo di (al netto) sei agenti, con buona pace dei residenti GAD che ovviamente non si vedranno tutelati piú di quanto (non) lo siano ora. Certo, la media dell'etá finalmente sará abbassata, ma forse meglio due anzianotti che un giovane, visto che ne servono almeno quattro per intervenire da noi. Con questi pochi uomini vorrei sapere come pensa di fare il questore per il fatto che UNO spacciatore ha osato arrivare in XX settembre (link). A causa di UNO spacciatore, i negozi etnici e qualche cartaccia per terra o una persona che esce in mutande da casa, la gente non si sente sicura. Bene, noi questi problemi, moltiplicati per dieci, li viviamo da dieci anni. Io, che ho le basi di analisi stocastica, opterei per impiegare il 90% degli sforzi alla GAD e il 10% in centro. No so le analisi fatte dalle forze dell'ordine ma evidentemente non hanno le mie stesse nozioni di base. A meno che non facciano la media pesata sulla presunta importanza dei cittadini di serie A e quelli di serie C.
Del perché la richiesta del protocolla "strade sicure" faccia schifo al PD si potrebbe anche capire, perché non piaccia (credo) a questore e prefetto non saprei. E' peró con un certo orgoglio che leggo sul Carlino che al questore piace l'idea della casetta in Nazario Sauro.


Ringrazio il Carlino per aver preso a cuore la questione tanto da riproporla nell'intervista della domenica al questore. Confido in una loro tenacitá perché non mi é chiara una cosa: se la casetta piace ai residenti che l'hanno avvallata ormai tre anni fa, se l'amministrazione (passata e presente, le facce, purtroppo, son sempre le stesse) l'ha promessa stanziando giá dei soldi regionali, se é stata accettata dalla sovrintendenza ai beni culturali, se piace anche al questore... ma perché ca**o siamo ancora qui a parlarne anziché a viverla!?!?
Ad ogni modo anche dalla prefettura arriva un'ottima notiza! Il prefetto é vivo!!E non solo, conosce anche la legge sugli stupefacenti, in particolare l'art. 75 del DPR 39/1990 che gli permette di ritirare la patente agli acquirenti (qualunque quantitativo). La cattiva notizia é che evidentemente NON ha nessuna intenzione di risolvere il problema dello spaccio ai minori alla GAD. Infatti la patente é stata ritirata solo a un marocchino immagino nel copparese (il nucleo dei CC era quello di copparo, link). Di toccare i nasi imbiancati ferraresi non se ne parla neanche. Poi ti ritrovi i quattordicenni in ospedale. Continui pure cosí prefetto!
Intanto questo mese abbiamo dovuto aspettare ben cinque giorni prima di finire sul giornale per l'ennesimo reato alla GAD (link, un tunisino che era entrato per prendere la cassa di un negozio etnico, non avendo trovato altro che gli piacesse fra gli articoli in vendita). Meglio dei tre giorni (di media) di Aprile e Maggio, ma il mese é appena iniziato... purtroppo.

Quale nome vorresti dare al Parco di Nazario Sauro?